Download Cattolici e violenza politica. L’altro album di famiglia del by Guido Panvini PDF

By Guido Panvini

A ridosso del sequestro e dell'omicidio di Aldo Moro da parte delle Brigate rosse, nel 1978, il dibattito sulle origini della lotta armata di sinistra si articolò in various e spesso contrapposte posizioni. Rossana Rossanda sul "Manifesto" sostenne che l. a. cultura d'origine del brigatismo fosse comunista e che le Br condividessero "lo stesso album di famiglia" del Pci. Ma ci fu anche chi, come Giorgio Bocca, si domandò se le Br non avessero invece una matrice religiosa, da lui individuata nel "cattocomunismo". Si poneva, dunque, un problema fondamentale: il nesso tra religione cattolica e violenza politica. Quando non pochi appartenenti alle formazioni armate di sinistra risultarono avere iniziato l. a. militanza rivoluzionaria nell'associazionismo cristiano frequentato anche durante los angeles clandestinità - questo nesso si rivelò in tutta los angeles sua evidenza. Tra i casi più clamorosi, Renato Curcio e Margherita Cagol, provenienti entrambi da un'educazione cristiana. Ma non solo a sinistra: anche l'estremismo e il terrorismo nero si intrecciavano con gli ambienti cattolici tradizionalisti. In questo saggio Guido Panvini fa rivivere il clima e le vicende di quegli anni, in un percorso esaustivo e documentato: dai primi anni sessanta al '77, dalle ricadute post-conciliari al conflitto in fabbrica e ai preti operai, fino agli anni Ottanta.

Show description

Read or Download Cattolici e violenza politica. L’altro album di famiglia del terrorismo italiano PDF

Best italian_1 books

La rivincita del paganesimo. Una teoria della modernità

Un viaggio alla scoperta delle radici della nostra identitàQuali sono le radici profonde della civiltà moderna? Alcuni anni orsono l. a. Chiesa cattolica domandò all'Unione Europea di riconoscere nella costituzione le "radici cristiane" dell'Europa. l. a. richiesta fu respinta. Il rifiuto opposto dalla quasi unanimità dei paesi europei sta advert indicare non soltanto che viviamo ormai in una società secolarizzata e post-cristiana, ove i seguaci di Cristo sono soltanto un gruppo di cittadini tra gli altri, ma che non è nemmeno così pacifico che i valori e le istituzioni che costituiscono l'ossatura della Modernità siano innanzitutto un'eredità del messaggio evangelico.

TUTTO - Teatro

Schemi riassuntivi in step with conoscere los angeles storia del teatro. mirknig. comSintesi e approfondimenti su periodi storici e correnti teatrali, grandi autori e azioni sceniche.

Giovanna d’Arco. La vergine guerriera

Milano, Euroclub, 1999, octavo cartonato con sovraccopertina illustrata a colori, pp. 193.

Extra info for Cattolici e violenza politica. L’altro album di famiglia del terrorismo italiano

Sample text

In attesa di una docum entazione completa, che ci aiuti a rispondere a tale quesito, è possibile, tuttavia, rintracciare in altri contesti la presenza di queste tensioni. La Federazione italiana volontari della libertà (Fivl), che riuniva le associa­ zioni partigiane non m arxiste, rappresentò uno dei principali campi di forze dove si m isurarono linee e opzioni diverse riguardo all’interpretazione da dare alla battaglia anticom u­ nista61. N el 1952, per esempio, in previsione delle elezioni am m inistrative, le associazioni partigiane federate si rifiuta­ rono di sposare il disegno di Luigi G edda e dei suoi comitati civici di allearsi a Roma e nel sud con i monarchici e i missini.

Si delineò, in questo modo, una vera e propria dottrina politico-militare denom inata della «controinsorgenza», che sarebbe poi filtrata, a partire dalla prima metà degli anni sessanta, nei paesi occi­ dentali appartenenti all’Alleanza atlantica76. Le premesse culturali di questa dottrina erano nate in am ­ bito religioso e, più specificamente, nei circoli dell’integralismo cattolico francese. Essi si richiamavano al patrimonio culturale dell’ultram ontanism o teocratico e del pensiero controrivo­ luzionario (da Joseph de M aistre a Louis-Gabriel-Ambroise de Bonald).

2003, pp. 83-8S. *' R. Branche, Fin et Oas: deux terrorismes en guerre d'Algérie, in «European Rcvicw of History, Revue européenne d ’histoire», xiv, 3, settembre 2007, pp. 325-342. 49 le discordie e le sedizioni è il tiranno, perché il regime tirannico non è giusto e non ha come fine il bene comune: sono degni di lode colo­ ro che liberano il popolo da un potere tirannico. Noi pensiamo che gli eminenti ecclesiastici che abbiamo consultati e che non ci hanno dissuasi dalla nostra azione non abbiano fatto altro che ricordarsi dei comandamenti divini, del principio e del diritto di legittima difesa e della morale tradizionale insegnata dalla Chiesa nella persona di uno dei suoi più grandi filosofi e teologi82.

Download PDF sample

Rated 4.96 of 5 – based on 15 votes